Usare Google Keyword Planner per marketing optimization

Usare Google Keyword Planner per marketing optimization

Se vi è mai capitato di usare AdWords conoscerete sicuramente il Keyword Planner.

Il Keyword Planner è uno strumento messo a disposizione da Google per aiutare gli utenti a scegliere le più efficaci parole chiave prima di investire sulla campagna. tuttavia penso che non abbiate mai preso in cosiderazione di sfruttare questo potente tool per un altro scopo, ossia il “marketing optimization”.

Per marketing optimization si intende quel processo di allineamento e affinità tra richiesta del cliente e prodotto acquistato, cioè avere la certezza di vendere il prodotto esattamente come ricercato dall’acquirente. Questa dovrebbe essere la base logica di ogni progetto a livello commerciale, e che può essere in buona parte espletata proprio attraverso lo strumento messo a disposizione da Google per l’advertising.

In un articolo letto alcuni giorni fà, scritto da Roberto Mazzoni, un imprenditore Italiano che da anni opera negli Stati Uniti. L’articolo molto interessante ci mostra come sfruttare le risorse della rete per creare un Progetto commerciale di successo , piuttosto che spendere molto denaro affidando la nostra campagna in mano a qualche agenzia.

Roberto Mazzoni nell’articolo descrive la sua decisione di esplorare il settore della cura degli anziani, ricercando opportunità di fare business in questo campo con la creazione di un media o un sito dedicato all’argomento.

Nell’articolo Mazzoni descrive i passi decisivi per un progetto di successo partendo dalla ricerca di parole chiavi (keywords), per poi procedere con la valutazione di chiavi alternative, dalla stima e valutazione della concorrenza ai costi degli annunci, fino ad arrivare a poter determinare con certezza cosa l’utente cerca nell’argomento, soddisfare le aspettative del possibile cliente e capire sotto quali aspetti gli utenti abbiano bisogno di aiuto per scegliere.

Non è poi cosi difficile generalizzare il procedimento estendendolo man mano sugli altri prodotti con diversi target. e una volta ottimizzata l’offerta potrete passare all’ottimizzazione della successiva e cosi via, fino ad arrivare in condizioni ideali per soddisfare le richieste di mercato.

 

Condividi questo post

Lascia un commento